Passa al contenuto

Friardel 2016 – Lesuffleur

41,07 

IVA inclusa, se applicabile
(54,76  / 1000 ml)

Esaurito

COD: 9990009101 Categorie: , Weingut:

Nota di degustazione da dal 15.09.2018, Copyright Christoph Raffelt

Normandia

Informazioni sul vino

La famiglia di Benoit Lesuffleur coltiva mele e pere in Normandia da diverse generazioni. Da circa 50 anni vende il raccolto a grandi produttori di sidro. Benoit Lesuffleur, a soli 30 anni, è un mediatore di vini a Parigi. Rappresenta le case Fourrier, Henri Germain e Champagne Tarlant, tra le altre, nel commercio parigino e nella ristorazione. Grazie al suo omonimo Benoit Tarlant, sa esattamente come si produce lo champagne di alta qualità e quindi il suo obiettivo era quello di vinificare il sidro allo stesso livello. La sua famiglia, tuttavia, si è opposta per anni. Ma ora li ha convinti. I suoi sidri sono effettivamente prodotti secondo la metodo tradizionale da dodici varietà di mele diversamente dolci, aspre e tanniche. I 16 ettari di terreno sono convertiti a coltivazioni biologiche o biodinamiche, il succo di mela viene fatto fermentare spontaneamente e, dopo l'assemblaggio delle diverse varietà, il sidro viene lasciato riposare per dodici mesi. su caffellatte.
Friardel è una piantagione nel comune normanno omonimo, Friardel, nella regione del Calvados. Fu acquistata dal nonno di Benoit negli anni Sessanta. I mezzi fusti già presenti all'epoca erano già piuttosto vecchi e vengono ora gradualmente sostituiti da Benoit, in modo che la proporzione di vecchi fusti sia sempre predominante. La cuvée è composta da 50 % delle varietà amare Mettais e Frèquin, 36 % delle varietà agrodolci Binet rouge e Bisquet e 14 % di varietà ad alta acidità come Rambeau e René Martin. Crescono su un terreno di selce blu con un sottosuolo calcareo-calcareo.

Colore

giallo dorato scuro, leggermente torbido e tendente al marrone

Naso

Questo sidro appartiene chiaramente alla frazione più aspra dei vini di mele frizzanti. Ciò è dovuto alle 50 varietà di mele % utilizzate. Il profumo è quello del succo di mela, della buccia di mela rossa, della treccia di lievito e certamente anche di note aspre e agrumate e speziate di luppolo, completate da terra, pino, pietra e un po' di resina.

Bocca:

Anche il sidro dei vecchi meli della piantagione Friardel è una bevanda aspra al palato, ma le sue note aspre, resinose e sottilmente amare sono abilmente contrastate da una fine dolcezza e accompagnate dall'acidità. Il mousseux di questo sidro 2016 è abbastanza fine e sostenuto, il sapore di mela chiaro e assolutamente pulito senza essere ammuffito. Si tratta già di un sidro frizzante di altissimo livello.

Raccomandazioni alimentari di Christoph Raffelt:

  • Faraona a cottura lenta con chips di malto di manioca e platani fritti e piccanti (pollame)
    (Uccelli selvatici, faraona, frutta tropicale)
  • Pancia di maiale al forno con salsa di mele
    (Carne, Maiale)
  • Muffin con formaggio di capra, noci e barbabietola gialla (vegetariano)
    (FormaggioNoci (noci), barbabietola/bietola gialla, Piatti vegetariani)

Tipo

, ,

Vintage

Varietà

Contenuto

Contenuto di alcool

Dolcezza residua

■□□□□

Allergeni

Contiene zolfo

Acido

6,0 g/l

Temperatura del bere

11°

Produttore

Lesuffleur, 14 290 La Folletière-Abenon / Francia